AGGIORNAMENTO PROVINI. Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sui provini!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  

  

 

 

Contatti

Tel/Fax  +39 0187 915791


 

Mattia Armando Ramundo andrà tra pochissimi giorni al Fc Boca Gibraltar, club di 1 divisione in Gibilterra, il ventiseienne centrocampista del Vercellese risponde coì ad alcune domande sulla nuova ed unica esperienza che si appresta a vivere.

-           Cosa ti aspetti da questa avventura?

Mi aspetto di crescere molto anche perchè è la prima esperienza tra i professionisti, sono emozionato ma non ho paura, non vedo l’ora di partire per questa grande avventura

-           Sarai lontano da casa, come mai hai scelto questa meta?

sono aperto a nuove esperienze era da un pò che strizzavo l’occhio all’estero. Quando si è presentata l’occasione nel Boca Gibiltair l’ho colta al volo, ho voglia di giocare e di fare bene.

Lla distanza da casa non mi spaventa, voglio fare del calcio il mio lavoro e credo che Gibilterra sia un ottimo trampolino di lancio.

-           Quando parti?

Tra pochissimo, Parto il 14 Agosto, non vedo l’ora.

-           pensi di tornare a giocare in Italia?

Nonostante non veda il mio futuro in Italia, il sogno della vita, da Tifoso e da Calciatore, sarebbe quello di giocare nel Milan magari con la maglia numero 7 che da sempre mi accompagna e che nel Milan è stata indossata da campioni del calibro di Roberto Donadoni ed Andriy Shevchenko e che ancora oggi è legata al suo nome.

-           Cosa mi dici di Alessio Sundas, il tuo manager?

Alessio Sundas ha grandi qualità che oggi nel mondo del calcio troppo spesso vengono a mancare: parlo di serietà e professionalità, mi ha ispirato subito fiducia ed è stata ripagata dato che mi ha trovato a 26 anni in Eccellenza ed ora sarò un professionista, posso solo ringraziarlo.

Salve a tutti, sono una donna italiana che lavora in America e sono con la mia famiglia e stiamo provando a ritornare in Italia.

Quello che vi racconterò è una spiacevole vicenda che vede come protagonista Expedia.com e la compagnia aerea Tap Portugal.

Data l'urgenza e la necessità di trovare un volo per l'Italia, siamo andati sul sito di expedia e abbiamo deciso di approfittare della compagnia aerea tap Portugal acquistando 4 biglietti economici da Miami a Lisbona.
Dalla home page fino al momento dell'acquisto del biglietto, non è MAI stato menzionato che ci sono delle formalità da espletare contro il covid e quindi abbiamo acquistato i biglietti (preciso che la tariffa acquistata prevede un rimborso).
Successivamente, mi accorgo che una delle condizioni (non espresse chiaramente) per il viaggio è che dobbiamo procedere con un test sierologico 72 ore prima della partenza, cosa IMPOSSIBILE fare negli Stati Uniti poiché, per avere i risultati dei test, è necessario almeno 10 giorni.
Abbiamo deciso io e mio marito, di cambiare i biglietti e procedere con la richiesta di rimborso ma inspiegabilmente ci viene offerto un rimborso solo parziale, meno della metà (è trascorso meno di un giorno dall'acquisto dei biglietti).

Vorrei precisare che la modalità per procedere al viaggio è IMPOSSIBILE da attuare come proposto da expedia e dalla compagnia aerea portoghese pertanto è un nostro diritto ricevere l'intero importo speso ingiustamente con i 4 biglietti.

Non si capisce perché ci vengono negati i diritti basilari sul rimborso anche alla luce del diritto comunitario.

Spero, con questa lettera che l’opinione pubblica possa prendere posizione contro queste atti di forza così da poter ottenere, tutti insieme, il rispetto dei nostri diritti.

 

Molti giovani per il loro futuro scelgono le università statunitense ma economicamente non tutti possono accedere.

Esiste però una strada dove gli atleti possono provare ad accedere tramite la borsa di studio ed avere la possibilità di giocare nella squadra universitaria e ambire al professionismo.

La Sport Man in Italia si occupa di istruire la pratica da presentare all'università con un metodo rivoluzionario.

Una volta che è stato realizzato il file di presentazione dello studente, grazie ad un metodo esclusivo e inventato dal Procuratore italiano Alessio Sundas, l'atleta farà 3 mesi con il semplice ESTA da turista, sarà preparato nell'accademia a seconda della sua disciplina sportiva scelta e dopo di ché avrà la possibilità di provare ad accedere all’ambita Università.

Ogni particolare dell'operazione verrà eseguita con la massima professionalità dallo staff preparato della Sport Man.

Ci sentiamo di consigliare gli Stati Uniti in quanto hanno una popolazione di circa 320 milioni di persone e un fatturato di circa 20 miliardi di dollari oltre che centinaia di company di grandi dimensioni pronte a dare lavoro ai neo laureati.

Ecco il sito dove poter accedere e vedere tutte le info https://www.exporttotheusa.com/

La Sport Man srls, agenzia che valorizza e cura l’immagine di sportivi e club, a fronte dei commenti negativi ed offensivi che le sono state rivolte nei social, precisa che la presente opera nel rispetto delle norme nazionali e federali.

La Sport Man srls si occupa di valorizzazione degli sportivi, intermediazione e ricerca sponsor, si mette a disposizione dei club per valorizzare l’immagine dei giocatori con consulenze mirate,  volte a far aumentare la visibilità del calciatore stesso e  della squadra interessata, nel rispetto dei limiti dei mandati che riceve.