AGGIORNAMENTO PROVINI. Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sui provini!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  

  

 

 

Contatti

Tel/Fax  +39 0187 915791


 

COMUNICATO STAMPA

"Ferjani Sassi, il talento della Tunisia ai Mondiali,
sempre più vicino ad una squadra di Serie A"

"Nel giorno in cui è diventato padre di uno splendido bambino, Ferjani Sassi, il giovane campione della Tunisia, è sempre più vicino ad una importante squadra di Serie A".
A dare l'annuncio è stato l'agente Alessio Sundas, titolare della Sport Man Procuratori Sportivi, che cura gli interessi del centrocampista del club Al Nassr, andato in goal contro l'Inghilterra nella gara del Girone G della Coppa del mondo alla Volgograd Arena. 
"Come avevamo annunciato in questi giorni - prosegue il manager Sundas -  Ferjani Sassi in poche ore è finito al centro di una clamorosa asta tra i più importanti club italiani di Serie A. Possiamo confermare che la nostra intenzione di farlo diventare uno dei protagonisti del calcio italiano si sta avverando. Siamo vicini a raggiungere l'accordo di massima con una importante squadra del nord Italia, a breve potremmo forse dare l'annuncio ufficiale della firma del contratto. Preferiamo attendere qualche giorno visto che il giocatore è impegnato con la nazionale in Russia e sabato 23 giugno la Tunisia con il Belgio si gioca le chance di qualificazione alla fase successiva. Cogliamo l'occasione per complimentarci con Ferjani Sassi che da poche ore è diventato padre. Siamo orgogliosi dell'acquisizione della cura degli interessi di Ferjani Sassi, una delle stelle della Coppa del Mondo"

 

https://www.topplayerscouting.com/

 

https://www.diretta.it/

 

https://www.risultati.it/

 

https://www.risultati.it/

Sport Man Procuratori Sportivi COMUNICATO STAMPA "Chiediamo alla Fifa di introdurre una norma che preveda che un agente non possa avere più di 100 giocatori professionisti in procura e non più di 10 top player" "La vicenda di Marco Verratti che ha mollato il suo storico manager Donato Di Campli per approdare nella folta scuderia di Mino Raiola è una delle pagine più tristi nella storia dei procuratori sportivi. La fotografia nitida che questa professione sta precipitando nel baratro, trascinando giù i valori umani e di correttezza. E' il momento di introdurre regole e steccati che evitino questa jungla". Le parole sono del procuratore sportivo, Alessio Sundas, che ha deciso di lanciare una proposta alla Fifa ed alla Uefa per evitare che pochi agenti abbiano il monopolio di tutti i top player, penalizzando l'intera categoria. "La nostra idea è molto semplice – spiega il manager Sundas – lunedì invieremo alla Fifa un'articolata proposta per mettere ordine nel mondo dei procuratori sportivi. Proponiamo una norma che preveda che un agente non possa avere più di 100 giocatori professionisti in procura e non più di 10 top player che ovviamente saranno individuati per il monte ingaggi. In questo modo eviteremo che l'oligarchia di alcuni procuratori impedisca a tutti gli altri di poter lavorare e soprattutto non accadranno più vicende mortificanti come lo scippo di Verratti o il balletto del contratto dei fratelli Donnarumma. Dove ragazzi appena maggiorenni sono stati sballottati in un assurdo valzer di milioni di euro, orchestrato da un procuratore affamato di guadagno. Lo scorso anno criticammo la signora Vanda Nara per aver definito tutti gli agenti come pescecani, ma davanti a certi fatti è difficile non rimanere sdegnati. Sia chiaro, non abbiamo nulla contro Mino Raiola che è indubbiamente un professionista scaltro e competente, ci chiediamo però se faccia bene alla credibilità del mondo del calcio avere un procuratore che contemporaneamente gestisce gli interessi di top player che tutti insieme hanno un valore di mercato di oltre mezzo miliardo di euro. E conseguenti ingaggi milionari. Una batteria di campioni come Pogba del Manchester United, Verratti de PSG, Donnarumma del Milan, Balotelli del Nizza, Lukaku del Manchester United ed altri 50 giocatori considerati campioni.