AGGIORNAMENTO PROVINI. Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sui provini!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  

  

 

 

Contatti

Tel/Fax  +39 0187 915791


 

Disputare dei mini campionati da 5/6 squadre in campo neutro per decretare i piazzamenti finali del campionato di Serie A della stagione 2019/20. E’ questa la proposta che ha avanzato il player’s agent internazionale Alessio Sundas per concludere il campionato di Serie A. Fermo restando che la salute e l’incolumità pubblica devono fare da bussola in questo duro periodo, la gente ha “bisogno” di distrarsi e di un pò di calcio spettacolo per andare avanti. E’ risaputo che il calcio in Italia è il maggior attrattore visto che conta milioni di tifosi, e che da mesi ormai sono in “astinenza” e che vorrebbero, con le dovute cautele e precauzioni sanitarie, tifare per i propri beniamini. Ecco allora che interviene il procuratore sportivo Alessio Sundas, noto per essere sempre una risorsa piena di iniziative interessanti. Di seguito parte della lettera inviata alla FIGC e alla Lega di Serie A:

«Fermo restando che la prima cosa da considerare è fare in modo che tutte le squadre abbiano le stesse partite giocate: innanzitutto bisogna recuperare le partite che mancano ai diversi club. Fatto ciò, dividere il campionato in 4 “gironi”: 1) zona retrocessione, dove giocheranno i club dalla 20° alla 16° posizione; 2) dalla 15° alla 10° posizione che non giocheranno più fino alla prossima stagione; 3) dalla 9° alla 6° posizione per la zona Europa League; 4) scudetto: dalla 5° alla 1° per l’assegnazione dello Scudetto, zona Champions ed Europa League. Modalità di gioco: mini campionato formato da partite secche da fare tra il 15 di Giugno e il 2 di Agosto 2020 in 3 campi neutri decisi con gara pubblica dalla FIGC. Solo così si avrà il giusto equilibrio tra partite e spettacolo». I vertici Federali in queste ore stanno vagliando la proposta di Sundas e vedremo cosa decideranno.